Riflettori puntanti sul Graphic Journalism al Festival del Giornalismo di Ronchi dei Legionari

CLAUDIO CALIA
Claudio Calia

Il “Festival del Giornalismo” di Ronchi dei Legionari, alla sua quarta edizione, si terrà dal 5 al 9 giugno 2018 negli spazi comunali adiacenti la piazza principale cittadina e la storica Villa Vicentini Miniussi. Previsti quest’anno anche alcuni eventi off, che invaderanno gli spazi interni del vicino Trieste Airport.

Tra le tematiche affrontate quest’anno: il turismo aperto a tutti, la voce delle minoranze nell’informazione, l’evoluzione della comunicazione radiofonica, il graphic journalism, i “cold cases” (casi di cronaca nera ancora aperti), i cambiamenti interni alla stampa cattolica.

La quarta edizione del Festival offrirà un’attenzione particolare al ruolo assunto dal medium fumetto nella scena editoriale e quindi giornalistica nazionale, sia in termini di restituzione di una molteplicità di nuove pubblicazioni disponibili nelle librerie non solo specializzate o nelle edicole, sia per la riflessione attenta e critica che molti autori del fumetto italiano e internazionale stanno promuovendo attorno ai fatti quotidiani e storici.

Il costante interesse di editori, media e lettori impone un approfondimento anche sull’utilizzo dell’arte sequenziale nell’esperienza giornalistica, sulla sua capacità di restituire quanto accade nel mondo, andando spesso ad affrontare, grazie ad una sensibilità artistica e autoriale o sfruttando le peculiarità del racconto per immagini, aspetti e tematiche anche di difficile collocazione.

Il giornalismo illustrato ha ottenuto da vari anni un posto di riguardo anche sulle principali testate nazionali, accostando alla rappresentazione della realtà l’indagine personale e psicologica propria di un nuovo genere letterario.

Molti sono gli autori italiani che si sono avvicinati a questo approccio narrativo, accompagnati da case editrici ormai non solo di settore. Sfaccettate appaiono le modalità con cui ciascuno di loro ha scelto di dedicarsi a quel percorso linguistico.

MATTEO STEFANELLI
Matteo Stefanelli

Il programma del Festival dedicato al fumetto prevede:

 

Mercoledì 6 giugno 2018, ore 18.00

Incontro con Vittorio Giardino, “La memoria sbiadita della frontiera. Il libraio di Praga” (organizzato dall’Associazione culturale ETRA di Monfalcone, che cura l’evento per Leali delle notizie).

Il giorno 6 giugno, alle ore 18.00, presso l’auditorium comunale di Ronchi dei Legionari, quale evento collaterale alla quarta edizione del Festival, sarà ospite Vittorio Giardino, uno dei maestri indiscussi del fumetto italiano e internazionale.

L’autore affronterà nell’occasione i temi a lui più cari: il racconto per immagini, l’impegno documentaristico, approfondendo contemporaneamente i fatti storici e le tematiche che hanno dato spunto alle storie narrate.

L’incontro sarà anche l’occasione per presentare l’uscita internazionale della sua ultima opera, “Le libraire de PragueIl libraio di Praga”, parte conclusiva della trilogia dedicata a Jonas Fink, personaggio da lui creato (Rizzoli Lizard ha pubblicato per l’occasione un volume dal titolo “Una vita sospesa”, che raccoglie l’intera saga e di certo uno dei graphic novel più importanti pubblicati nel 2018, per la sua gestazione pluriennale).

Il contesto in cui si sviluppano le narrazioni di Giardino sono le principali vicende del Novecento: l’antisemitismo, la Guerra di Spagna, la Primavera di Praga, gli Anni di Piombo. I suoi lavori, sempre sorretti da sceneggiature letterarie e dialoghi colti, sono caratterizzati da un disegno che rielabora la tradizione della linea chiara franco-belga, di cui Giardino è in Italia forse il principale esponente.

In collaborazione con il Festival, Vittorio Giardino sarà anche ospite giovedì 7 giugno, alle ore 18.00, della Libreria Lovat di Trieste (Viale XX settembre, 20). L’incontro porterà a conclusione i temi trattati con l’autore nella giornata del 6 giugno, permettendo, nell’idea degli organizzatori, di garantire al pubblico una disamina approfondita dell’autore e del suo testo, affrontata sotto punti di vista molteplici. Se a Ronchi dei Legionari verranno approfondite le vicende storiche e politiche correlate alla trama del testo, a Trieste verrà approfondita l’attività quarantennale dell’autore nel panorama del fumetto internazionale, approfondendo la costruzione del suo ultimo lavoro.

I due incontri costituiranno di fatto un incontro unico, a beneficio della narrazione attenta e speculativa dell’autore.

A dialogare con l’autore in entrambi i contesti Alessandro Mezzena Lona.

A coordinare gli incontri Roberto Franco dell’Associazione culturale ETRA di Monfalcone

Venerdì 8 giugno 2018, ore 18.30

Incontro con Claudio Calia, Gianluca Costantini, Elettra Stamboulis: “La

Elettra Stamboulis
Elettra Stamboulis

rappresentazione illustrata dei fatti: l’esperienza del graphic journalism italiano”

Il festival promuove un’occasione di approfondimento dedicata al graphic journalism con alcuni dei principali esponenti del fumetto italiano impegnati nel genere.

Il giorno 8 giugno, alle ore 18.30, presso la Piazzetta Francesco Giuseppe, saranno ospiti del Festival, Claudio Calia (“Porto Marghera. La legge non è uguale per tutti”, 2007; “È primavera. Intervista a Antonio Negri”, 2008; “Caro Babbo Natale…”, 2008; “Dossier TAV. Una questione democratica”, 2014; “Piccolo Atlante Storico Geografico dei Centri Sociali Italiani”, 2014; “Kurdistan. Dispacci dal fronte iracheno”, 2017), Gianluca Costantini e Elettra Stamboulis (“L’ammaestratore di Istanbul”, 2009; “A cena con Gramsci”, 2011; “Pertini fra le nuvole”, 2013; “Arrivederci Berlinguer”, 2013; “Diario segreto di Pasolini”, 2015; “Fedele alla linea. Il mondo raccontato dal graphic journalism”, 2017).

Durante la conversazione a più voci verranno richiamate le esperienze nazionali e internazionali degli autori, tradottesi tra l’altro nella collaborazione con le principali testate giornalistiche.

A moderare l’incontro sarà Matteo Stefanelli, direttore del web magazine quotidiano “Fumettologica”, esperto di comunicazione e uno dei principali promotori dell’attuale attenzione critica destinata all’arte del fumetto in tutte le sue forme e propagazioni.

 

Sabato 9 giugno 2018, dalle ore 10.00

Gianluca Costantini
Gianluca Costantini

Masterclass (a cura Associazione culturale ETRA di Monfalcone)

A margine degli incontri con gli autori ospiti promossi dal Festival si terranno due masterclass, dedicate al ruolo della critica e alle sue trasformazioni nella società “tecnologica”contemporanea e all’importanza dell’impegno diretto nel mondo esterno per la restituzione illustrata dei fatti.

Le due masterclass saranno tenute da Matteo Stefanelli, docente di linguaggi audiovisivi presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Histoire de la bande dessinée italienne e Théories de la bande dessinée presso l’Ecole Européenne Supérieure de l’image di Angoulême, nonché direttore del web magazine “Fumettologica”, la pagina forse più importante dedicata in Italia all’informazione e alla cultura del fumetto e alle sue propagazioni, e da Claudio Calia, fumettista, uno dei principali autori del graphic journalism italiano, attivo per la casa editrice BeccoGiallo.

Le masterclass avranno luogo presso l’auditorium comunale di Ronchi dei Legionari.

Le masterclass sono gratuite e aperte a tutti.

Le prenotazioni possono essere anticipate fino al 8 giugno compreso, inviando una e mail ad Associazione culturale ETRA, info@culturaeticaetra.com.

Si prega di specificare nel testo la masterclass a cui si vuole assistere. E’ ammessa la prenotazione contemporanea ad entrambe le masterclass.

Le informazioni specifiche su tutti gli appuntamenti del Festival e il programma completo sono consultabili navigando all’interno di questo sito.

Annunci

Anche Leali delle Notizie alla scorta mediatica per Federica Angeli

ROMA19022RONCHI DEI LEGIONARI – Ieri al Tribunale Penale di Roma si è celebrata la prima udienza del processo a carico di Armando Spada, che vedeva quale testimone la giornalista di Repubblica Federica Angeli. La nostra associazione, impegnata da anni nel raccontare, anche con la presenza di illustri giornalisti nazionali ed internazionali, il buon giornalismo, ha avuto il piacere per ben due volte di averla come ospite. A Roma l’Associazione Culturale Leali delle Notizie ha aderito all’invito della Federazione Nazionale Stampa Italia, dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti e di Articolo 21 e ha voluto presenziare come parte integrante alla ‘Scorta Mediatica’ organizzata all’esterno del tribunale. Una presenza non di facciata, ma in primo luogo affettiva nei confronti di una collega e amica, dall’altra mossa dal desiderio di sottolineare la necessità del diritto e del dovere dei giornalisti di informare i cittadini. Per tutta la mattinata lo striscione con il logo dell’associazione è rimasto affisso a presidiare l’ingresso della Città Giudiziaria romana, proprio per riaffermare la volontà a sostenere non solo Federica ma tutti i giornalisti minacciati per non aver desistito dal proseguire il loro lavoro nonostante le intimidazioni.ROMA1902

La vicinanza si è concretizzata anche in aula dove, con la presenza fisica e morale, ai rappresentanti del sodalizio ronchese è stata data la possibilità di ascoltare dalla viva voce della cronista ostiense il carico emozionale che è trasparito dal racconto delle vicende professionali che hanno visto la Angeli essere minacciata di morte durante un’intervista.

L’impegno dell’associazione prosegue ora anche nella direzione dell’organizzazione della quarta edizione del Festival del Giornalismo di Ronchi che vedrà, appunto, trattare il tema della violenza contro i giornalisti in occasione della serata finale del 9 giugno con la consegna del premio dedicato alla memoria di Daphne Caruana Galizia, uccisa a ottobre 2017 per le sue inchieste sulla politica maltese.

Il Parlamento europeo concede l’alto patrocinio al nostro festival

EP logo RGB_ITIl Festival del Giornalismo di Ronchi dei Legionari e il premio giornalistico ad esso correlato, dedicato alla memoria della giornalista maltese Daphne Caruana Galizia, ha ricevuto in questi giorni l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo. Un riconoscimento importante per il piccolo sodalizio ronchese che da qualche mese, ormai, si è attivato non solo per l’evento in programma nel giugno prossimo ma, anche, per ricordare la figura della giornalista d’inchiesta uccisa con un’esplosione nell’ottobre 2017.

Qualche settimana fa il presidente dell’associazione, Luca Perrino, aveva inviato la richiesta di patrocinio al Parlamento Europeo e proprio oggi è giunta la risposta, a firma del presidente, Antonio Tajani. Non una semplice conferma, dunque, ma un ringraziamento per quanto si sta facendo nella realtà ronchese. “Siamo veramente contenti” afferma lo stesso Perrino “perché è un ulteriore sostegno ai nostri sforzi quotidiani sia per creare un festival importante per il nostro Territorio che per onorare la memoria di una donna e giornalista forte e che deve rimanere un esempio”.

“Vorrei innanzitutto esprimere il mio apprezzamento per il fatto che l’Associazione abbia deciso di dedicare un premio alla memoria di Daphne Caruana Galizia” ha scritto Tajani nella lettera “per ricordarci i valori fondamentali su cui si basa l’Unione Europea: la libertà di espressione, la democrazia e i diritti umani”.

“La libertà di espressione e il pluralismo dei media” ha continuato Tajani “sono sanciti nell’articolo 11 della Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea. Il parlamento Europeo ha condannato fermamente l’assassinio di Daphne Caruana Galizia, ha invitato il governo maltese a mobilitare tutte le risorse necessarie per consegnare gli assassini alla giustizia e ha chiesto un’indagine internazionale indipendente al riguardo”.

“Assegnare un premio ai giornalisti che si sono distinti per le loro inchieste e le loro ricerche, anche mettendo a repentaglio la propria vita e quella della propria famiglia, è un’iniziativa estremamente lodevole ed è quindi con grande piacere” ha concluso il presidente “che accordo al Vostro evento l’alto patrocinio del parlamento europeo”.

E’ online il regolamento del premio dedicato a Daphne Caruana Galizia

Pubblichiamo di seguito il regolamento del primo premio giornalistico alla memoria della giornalista maltese Daphne Caruana Galizia, indetto dalla nostra associazione.

 

REGOLAMENTO DEL PREMIO GIORNALISTICO

ALLA MEMORIA DI DAPHNE CARUANA GALIZIA

 

L’Associazione culturale ‘Leali delle Notizie’ bandisce la 1a edizione del Premio giornalistico ‘Daphne Caruana Galizia’ alla memoria della giornalista maltese e che sarà consegnato in occasione della quarta edizione del “Festival del Giornalismo” in programma dal 5 al 9 giugno prossimi a Ronchi dei Legionari.

Art. 1 – OGGETTO DEL BANDO

Premiare un operatore del mondo dell’informazione che si sia distinto, in Italia come all’estero, con le sue inchieste e le sue ricerche, anche mettendo a repentaglio la sua vita e spesso anche quella della sua famiglia.

Art. 2 – SELEZIONE DEI VINCITORI

La selezione del vincitore sarà effettuata in una rosa di nomi proposti al comitato scientifico dall’associazione promotrice del premio e scelti tra gli operatori dell’informazione a livello nazionale ed internazionale.

La scelta del comitato scientifico è insindacabile.

Art. 3 – COMITATO SCIENTIFICO

Il comitato scientifico valuterà le caratteristiche dei candidati e comunicherà la scelta al direttivo dell’associazione.

La composizione del comitato scientifico sarà comunicata tempestivamente dall’associazione non appena saranno noti i nomi dei componenti.

Art. 4 – PREMIAZIONE

Il vincitore sarà premiato in occasione del Festival del Giornalismo organizzato dall’associazione culturale Leali delle Notizie (data, ora e luogo saranno stabiliti dal Consiglio Direttivo dell’Associazione e comunicati tempestivamente).

Art. 5 – PREMIO

Il premio consisterà in una targa nominale realizzata appositamente e in una quota in denaro che l’associazione promotrice verserà ad un associazione o ente benefico indicato dal vincitore.

Art. 6 – MODIFICHE

L’organizzazione si riserva di apportare modifiche a questo bando, qualora si rendesse necessario per cause di forza maggiore, impegnandosi a darne notizia mediante gli organi di stampa.

Promotore del premio: Associazione Culturale ‘Leali delle Notizie’, piazzetta Francesco Giuseppe I, 1, 34077, Ronchi dei Legionari (GO).

Tel. 0481777625

Giornata conclusiva, domani 17 giugno, del Festival del Giornalismo, organizzato dall’associazione culturale Leali delle Notizie. Si parlerà di nuovi equilibri politici internazionali, ma anche di terremoto e delle sue conseguenze.

Giuseppe Rinaldi
Ultima giornata, domani, sabato 17 maggio, della terza edizione del “Festival del Giornalismo”, organizzata dall’associazione culturale Leali delle Notizie a Ronchi dei Legionari, manifestazione che ha come “palcoscenico” ideale l’elegante piazzetta Francesco Giuseppe I, spazio pubblico, suggestivo e raccolto, racchiuso tra l’auditorium comunale e Villa Vicentini Miniussi sede del Consorzio Culturale Monfalconese, alle spalle dell’auditorium comunale. Gli incontri di chiusura tratteranno temi di stringente attualità come i nuovo equilibri politici internazionali e il terremoto. L’incontro delle 18.30 sarà dedicato a“Un mondo a pezzi. Confini reali e mentali”: un analisi dei nuovi equilibri e scenari politici internazionali con la partecipazione di Christiana Ruggeri giornalista del Tg2 e Adib Fateh Ali giornalista dell’Agenzia di stampa Askanews. Saranno moderati dal direttore de Il Piccolo, Enzo D’Antona. Non sarà presente di persona Lucia Goracci (RaiNews 24), bloccata da un piccolo
Christiana Ruggeri
infortunio, ma sarà in collegamento telefonico. Terzo Aperitivo Letterario, alle 20, con Christiana Ruggeri che, quasi in anteprima, presenterà la sua ultima fatica letteraria “I dannati. Reportage dal carcere venezuelano più pericoloso del mondo”. Dialogherà con Mauro Manzin giornalista de Il Piccolo. Appuntamento di chiusura della terza edizione del Festival alle 21 , con un argomento che purtroppo resta sempre di attualità: “Quando la Terra trema: lesioni fisiche e psicologiche di un dramma collettivo”. Protagonisti saranno Emanuela Bonchino giornalista di RaiNews24, Sabrina Vecchi giornalista di Rietilife.it, Giorgio Visintini responsabile per la Protezione Civile Fvg dei rapporti con il volontariato, Paolo Panontin assessore alla Protezione Civile della regione Fvg e Giuseppe Rinaldi Presidente della Provincia di Rieti. Moderatore della serata sarà il presidente dell’Ordine dei Giornalisti Fvg, Cristiano Degano. Da ricordare che gli appuntamenti del festival sono stati inseriti nel programma di formazione dell’Ordine dei Giornalisti-Consiglio Nazionale che contribuiscono all’acquisizione dei crediti formativi. L’iscrizione si può effettuare sulla piattaforma Si.Ge.F. Il festival ha potuto contare sui patrocini del consiglio regionale della Regione Friuli Venezia Giulia, dell’Ordine Nazionale e Regionale dei Giornalisti, dell’Assostampa, della Federazione nazionale della Stampa Italiana, di Trieste Airport, de Il Piccolo, del Messaggero veneto, de Il Friuli, di Apt, del Consorzio culturale del Monfalconese, del comune di Ronchi dei Legionari e del comune di Fogliano Redipuglia, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia. Ha potuto contare inoltre sui contributi della Bcc di Staranzano e Villesse, Bcc di Turriaco, della Despar e dell’azienda Calligaris e di Domini Legnami. Grazie a tutti gli sponsor che credono al valore della cultura e grazie al supporto tecnico della Pro Loco di Fogliano Redipuglia e della Pro Loco di Ronchi.

Arriva al festival del Giornalismo di Ronchi dei Legionari, Francesca Scopelliti, giornalista e moglie di Enzo Tortora. Presenterà il libro “Lettere a Francesca” raccolta delle lettere che Tortora dal carcere inviò alla moglie. Scopelliti dialogherà con il giornalista di Radio Radicale, Alessio Falconio.

Si parlerà di “ingiusta giustizia” venerdì 16 giugno, nella terza giornata del Festival del Giornalismo di Ronchi dei Legionari, organizzato dall’associazione culturale Leali delle Notizie e giunto alla terza edizione. L’elegante piazzetta Francesco Giuseppe I, dove si svolge il festival, ospiterà infatti Francesca Scopelliti, giornalista e moglie di Enzo che presenterà il lbro “Lettere a Francesca” volume nato dalla raccolta delle lettere che Tortora inviava alla moglie dal carcere. Scopelliti dialogherà con Alessio Falconio, giornalista di Radio Radicale. Entrambi poi parteciperanno all’incontro delle 21, che parlerà di giustizia, ma anche di ingiustizia e sbagli giudiziari: “Giustizia dietro alle sbarre” è il titolo del panel di discussione, alla presenza anche di Pino Roveredo scrittore e Garante dei Detenuti Fvg. Modererà la giornalista del Messaggero Veneto, Luana De Francisco. La giornata si aprirà, però alle 18.30, con l’incontro dedicato a “Modelli umani e modelli animali” e la presenza di Piero Paolo Battaglini professore universitario, Roberto Marchesini etologo, filosofo, saggista e Rinaldo Sidoli responsabile nazionale Verdi del settore Tutela e salute degli animali. Moderatore dell’appuntamento Omar Costantin giornalista di Canal Furlan. Per il secondo Aperitivo Letterario alle 20, sarà ospite, come detto Francesca Scopelliti. Nell’ultimo giorno del Festival, sabato 17 giugno, gli incontri saranno dedicati invece ai nuovi equilibri e scenari politici internazionali con la partecipazione di Christiana Ruggeri giornalista del Tg2, Lucia Goracci giornalista di RaiNews24, Adib Fateh Ali giornalista dell’Agenzia di stampa Askanews. Saranno moderati dal direttore de Il Piccolo, Enzo D’Antona. Il terzo Aperitivo Letterario, alle 20, con Christiana Ruggeri che, quasi in anteprima, presenterà la sua ultima fatica letteraria “I dannati. Reportage dal carcere venezuelano più pericoloso del mondo”. Dialogherà con Mauro Manzin giornalista de Il Piccolo. Appuntamento di chiusura della terza edizione del Festival alle 21 , con un tema di stretta attualità: “Quando la Terra trema: lesioni fisiche e psicologiche di un dramma collettivo”. Protagonisti saranno Emanuela Bonchino giornalista di RaiNews24, Sabrina Vecchi giornalista di Rietilife.it, Francesca Gernini telecineoperatrice Rai, Giorgio Visintini responsabile per la Protezione Civile Fvg dei rapporti con il volontariato, Paolo Panontin assessore alla Protezione Civile della regione Fvg e Giuseppe Rinaldi Presidente della Provincia di Rieti. Moderatore della serata sarà il presidente dell’Ordine dei Giornalisti Fvg, Cristiano Degano. Da ricordare che gli appuntamenti del festival sono stati inseriti nel programma di formazione dell’Ordine dei Giornalisti-Consiglio Nazionale che contribuiscono all’acquisizione dei crediti formativi. L’iscrizione si può effettuare sulla piattaforma Si.Ge.F. Il festival ha potuto contare sui patrocini del consiglio regionale della Regione Friuli Venezia Giulia, dell’Ordine Nazionale e Regionale dei Giornalisti, dell’Assostampa, della Federazione nazionale della Stampa Italiana, di Trieste Airport, de Il Piccolo, del Messaggero veneto, de Il Friuli, di Apt, del Consorzio culturale del Monfalconese, del comune di Ronchi dei Legionari e del comune di Fogliano Redipuglia, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia. Ha potuto contare inoltre sui contributi della Bcc di Staranzano e Villesse, Bcc di Turriaco, della Despar e dell’azienda Calligaris e di Domini Legnami. Grazie a tutti gli sponsor che credono al valore della cultura e grazie al supporto tecnico della Pro Loco di Fogliano Redipuglia e della Pro Loco di Ronchi