Anche Leali delle Notizie alla scorta mediatica per Federica Angeli

ROMA19022RONCHI DEI LEGIONARI – Ieri al Tribunale Penale di Roma si è celebrata la prima udienza del processo a carico di Armando Spada, che vedeva quale testimone la giornalista di Repubblica Federica Angeli. La nostra associazione, impegnata da anni nel raccontare, anche con la presenza di illustri giornalisti nazionali ed internazionali, il buon giornalismo, ha avuto il piacere per ben due volte di averla come ospite. A Roma l’Associazione Culturale Leali delle Notizie ha aderito all’invito della Federazione Nazionale Stampa Italia, dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti e di Articolo 21 e ha voluto presenziare come parte integrante alla ‘Scorta Mediatica’ organizzata all’esterno del tribunale. Una presenza non di facciata, ma in primo luogo affettiva nei confronti di una collega e amica, dall’altra mossa dal desiderio di sottolineare la necessità del diritto e del dovere dei giornalisti di informare i cittadini. Per tutta la mattinata lo striscione con il logo dell’associazione è rimasto affisso a presidiare l’ingresso della Città Giudiziaria romana, proprio per riaffermare la volontà a sostenere non solo Federica ma tutti i giornalisti minacciati per non aver desistito dal proseguire il loro lavoro nonostante le intimidazioni.ROMA1902

La vicinanza si è concretizzata anche in aula dove, con la presenza fisica e morale, ai rappresentanti del sodalizio ronchese è stata data la possibilità di ascoltare dalla viva voce della cronista ostiense il carico emozionale che è trasparito dal racconto delle vicende professionali che hanno visto la Angeli essere minacciata di morte durante un’intervista.

L’impegno dell’associazione prosegue ora anche nella direzione dell’organizzazione della quarta edizione del Festival del Giornalismo di Ronchi che vedrà, appunto, trattare il tema della violenza contro i giornalisti in occasione della serata finale del 9 giugno con la consegna del premio dedicato alla memoria di Daphne Caruana Galizia, uccisa a ottobre 2017 per le sue inchieste sulla politica maltese.

Annunci

Il Parlamento europeo concede l’alto patrocinio al nostro festival

EP logo RGB_ITIl Festival del Giornalismo di Ronchi dei Legionari e il premio giornalistico ad esso correlato, dedicato alla memoria della giornalista maltese Daphne Caruana Galizia, ha ricevuto in questi giorni l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo. Un riconoscimento importante per il piccolo sodalizio ronchese che da qualche mese, ormai, si è attivato non solo per l’evento in programma nel giugno prossimo ma, anche, per ricordare la figura della giornalista d’inchiesta uccisa con un’esplosione nell’ottobre 2017.

Qualche settimana fa il presidente dell’associazione, Luca Perrino, aveva inviato la richiesta di patrocinio al Parlamento Europeo e proprio oggi è giunta la risposta, a firma del presidente, Antonio Tajani. Non una semplice conferma, dunque, ma un ringraziamento per quanto si sta facendo nella realtà ronchese. “Siamo veramente contenti” afferma lo stesso Perrino “perché è un ulteriore sostegno ai nostri sforzi quotidiani sia per creare un festival importante per il nostro Territorio che per onorare la memoria di una donna e giornalista forte e che deve rimanere un esempio”.

“Vorrei innanzitutto esprimere il mio apprezzamento per il fatto che l’Associazione abbia deciso di dedicare un premio alla memoria di Daphne Caruana Galizia” ha scritto Tajani nella lettera “per ricordarci i valori fondamentali su cui si basa l’Unione Europea: la libertà di espressione, la democrazia e i diritti umani”.

“La libertà di espressione e il pluralismo dei media” ha continuato Tajani “sono sanciti nell’articolo 11 della Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea. Il parlamento Europeo ha condannato fermamente l’assassinio di Daphne Caruana Galizia, ha invitato il governo maltese a mobilitare tutte le risorse necessarie per consegnare gli assassini alla giustizia e ha chiesto un’indagine internazionale indipendente al riguardo”.

“Assegnare un premio ai giornalisti che si sono distinti per le loro inchieste e le loro ricerche, anche mettendo a repentaglio la propria vita e quella della propria famiglia, è un’iniziativa estremamente lodevole ed è quindi con grande piacere” ha concluso il presidente “che accordo al Vostro evento l’alto patrocinio del parlamento europeo”.

E’ online il regolamento del premio dedicato a Daphne Caruana Galizia

Pubblichiamo di seguito il regolamento del primo premio giornalistico alla memoria della giornalista maltese Daphne Caruana Galizia, indetto dalla nostra associazione.

 

REGOLAMENTO DEL PREMIO GIORNALISTICO

ALLA MEMORIA DI DAPHNE CARUANA GALIZIA

 

L’Associazione culturale ‘Leali delle Notizie’ bandisce la 1a edizione del Premio giornalistico ‘Daphne Caruana Galizia’ alla memoria della giornalista maltese e che sarà consegnato in occasione della quarta edizione del “Festival del Giornalismo” in programma dal 5 al 9 giugno prossimi a Ronchi dei Legionari.

Art. 1 – OGGETTO DEL BANDO

Premiare un operatore del mondo dell’informazione che si sia distinto, in Italia come all’estero, con le sue inchieste e le sue ricerche, anche mettendo a repentaglio la sua vita e spesso anche quella della sua famiglia.

Art. 2 – SELEZIONE DEI VINCITORI

La selezione del vincitore sarà effettuata in una rosa di nomi proposti al comitato scientifico dall’associazione promotrice del premio e scelti tra gli operatori dell’informazione a livello nazionale ed internazionale.

La scelta del comitato scientifico è insindacabile.

Art. 3 – COMITATO SCIENTIFICO

Il comitato scientifico valuterà le caratteristiche dei candidati e comunicherà la scelta al direttivo dell’associazione.

La composizione del comitato scientifico sarà comunicata tempestivamente dall’associazione non appena saranno noti i nomi dei componenti.

Art. 4 – PREMIAZIONE

Il vincitore sarà premiato in occasione del Festival del Giornalismo organizzato dall’associazione culturale Leali delle Notizie (data, ora e luogo saranno stabiliti dal Consiglio Direttivo dell’Associazione e comunicati tempestivamente).

Art. 5 – PREMIO

Il premio consisterà in una targa nominale realizzata appositamente e in una quota in denaro che l’associazione promotrice verserà ad un associazione o ente benefico indicato dal vincitore.

Art. 6 – MODIFICHE

L’organizzazione si riserva di apportare modifiche a questo bando, qualora si rendesse necessario per cause di forza maggiore, impegnandosi a darne notizia mediante gli organi di stampa.

Promotore del premio: Associazione Culturale ‘Leali delle Notizie’, piazzetta Francesco Giuseppe I, 1, 34077, Ronchi dei Legionari (GO).

Tel. 0481777625

Giornata conclusiva, domani 17 giugno, del Festival del Giornalismo, organizzato dall’associazione culturale Leali delle Notizie. Si parlerà di nuovi equilibri politici internazionali, ma anche di terremoto e delle sue conseguenze.

Giuseppe Rinaldi
Ultima giornata, domani, sabato 17 maggio, della terza edizione del “Festival del Giornalismo”, organizzata dall’associazione culturale Leali delle Notizie a Ronchi dei Legionari, manifestazione che ha come “palcoscenico” ideale l’elegante piazzetta Francesco Giuseppe I, spazio pubblico, suggestivo e raccolto, racchiuso tra l’auditorium comunale e Villa Vicentini Miniussi sede del Consorzio Culturale Monfalconese, alle spalle dell’auditorium comunale. Gli incontri di chiusura tratteranno temi di stringente attualità come i nuovo equilibri politici internazionali e il terremoto. L’incontro delle 18.30 sarà dedicato a“Un mondo a pezzi. Confini reali e mentali”: un analisi dei nuovi equilibri e scenari politici internazionali con la partecipazione di Christiana Ruggeri giornalista del Tg2 e Adib Fateh Ali giornalista dell’Agenzia di stampa Askanews. Saranno moderati dal direttore de Il Piccolo, Enzo D’Antona. Non sarà presente di persona Lucia Goracci (RaiNews 24), bloccata da un piccolo
Christiana Ruggeri
infortunio, ma sarà in collegamento telefonico. Terzo Aperitivo Letterario, alle 20, con Christiana Ruggeri che, quasi in anteprima, presenterà la sua ultima fatica letteraria “I dannati. Reportage dal carcere venezuelano più pericoloso del mondo”. Dialogherà con Mauro Manzin giornalista de Il Piccolo. Appuntamento di chiusura della terza edizione del Festival alle 21 , con un argomento che purtroppo resta sempre di attualità: “Quando la Terra trema: lesioni fisiche e psicologiche di un dramma collettivo”. Protagonisti saranno Emanuela Bonchino giornalista di RaiNews24, Sabrina Vecchi giornalista di Rietilife.it, Giorgio Visintini responsabile per la Protezione Civile Fvg dei rapporti con il volontariato, Paolo Panontin assessore alla Protezione Civile della regione Fvg e Giuseppe Rinaldi Presidente della Provincia di Rieti. Moderatore della serata sarà il presidente dell’Ordine dei Giornalisti Fvg, Cristiano Degano. Da ricordare che gli appuntamenti del festival sono stati inseriti nel programma di formazione dell’Ordine dei Giornalisti-Consiglio Nazionale che contribuiscono all’acquisizione dei crediti formativi. L’iscrizione si può effettuare sulla piattaforma Si.Ge.F. Il festival ha potuto contare sui patrocini del consiglio regionale della Regione Friuli Venezia Giulia, dell’Ordine Nazionale e Regionale dei Giornalisti, dell’Assostampa, della Federazione nazionale della Stampa Italiana, di Trieste Airport, de Il Piccolo, del Messaggero veneto, de Il Friuli, di Apt, del Consorzio culturale del Monfalconese, del comune di Ronchi dei Legionari e del comune di Fogliano Redipuglia, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia. Ha potuto contare inoltre sui contributi della Bcc di Staranzano e Villesse, Bcc di Turriaco, della Despar e dell’azienda Calligaris e di Domini Legnami. Grazie a tutti gli sponsor che credono al valore della cultura e grazie al supporto tecnico della Pro Loco di Fogliano Redipuglia e della Pro Loco di Ronchi.

Arriva al festival del Giornalismo di Ronchi dei Legionari, Francesca Scopelliti, giornalista e moglie di Enzo Tortora. Presenterà il libro “Lettere a Francesca” raccolta delle lettere che Tortora dal carcere inviò alla moglie. Scopelliti dialogherà con il giornalista di Radio Radicale, Alessio Falconio.

Si parlerà di “ingiusta giustizia” venerdì 16 giugno, nella terza giornata del Festival del Giornalismo di Ronchi dei Legionari, organizzato dall’associazione culturale Leali delle Notizie e giunto alla terza edizione. L’elegante piazzetta Francesco Giuseppe I, dove si svolge il festival, ospiterà infatti Francesca Scopelliti, giornalista e moglie di Enzo che presenterà il lbro “Lettere a Francesca” volume nato dalla raccolta delle lettere che Tortora inviava alla moglie dal carcere. Scopelliti dialogherà con Alessio Falconio, giornalista di Radio Radicale. Entrambi poi parteciperanno all’incontro delle 21, che parlerà di giustizia, ma anche di ingiustizia e sbagli giudiziari: “Giustizia dietro alle sbarre” è il titolo del panel di discussione, alla presenza anche di Pino Roveredo scrittore e Garante dei Detenuti Fvg. Modererà la giornalista del Messaggero Veneto, Luana De Francisco. La giornata si aprirà, però alle 18.30, con l’incontro dedicato a “Modelli umani e modelli animali” e la presenza di Piero Paolo Battaglini professore universitario, Roberto Marchesini etologo, filosofo, saggista e Rinaldo Sidoli responsabile nazionale Verdi del settore Tutela e salute degli animali. Moderatore dell’appuntamento Omar Costantin giornalista di Canal Furlan. Per il secondo Aperitivo Letterario alle 20, sarà ospite, come detto Francesca Scopelliti. Nell’ultimo giorno del Festival, sabato 17 giugno, gli incontri saranno dedicati invece ai nuovi equilibri e scenari politici internazionali con la partecipazione di Christiana Ruggeri giornalista del Tg2, Lucia Goracci giornalista di RaiNews24, Adib Fateh Ali giornalista dell’Agenzia di stampa Askanews. Saranno moderati dal direttore de Il Piccolo, Enzo D’Antona. Il terzo Aperitivo Letterario, alle 20, con Christiana Ruggeri che, quasi in anteprima, presenterà la sua ultima fatica letteraria “I dannati. Reportage dal carcere venezuelano più pericoloso del mondo”. Dialogherà con Mauro Manzin giornalista de Il Piccolo. Appuntamento di chiusura della terza edizione del Festival alle 21 , con un tema di stretta attualità: “Quando la Terra trema: lesioni fisiche e psicologiche di un dramma collettivo”. Protagonisti saranno Emanuela Bonchino giornalista di RaiNews24, Sabrina Vecchi giornalista di Rietilife.it, Francesca Gernini telecineoperatrice Rai, Giorgio Visintini responsabile per la Protezione Civile Fvg dei rapporti con il volontariato, Paolo Panontin assessore alla Protezione Civile della regione Fvg e Giuseppe Rinaldi Presidente della Provincia di Rieti. Moderatore della serata sarà il presidente dell’Ordine dei Giornalisti Fvg, Cristiano Degano. Da ricordare che gli appuntamenti del festival sono stati inseriti nel programma di formazione dell’Ordine dei Giornalisti-Consiglio Nazionale che contribuiscono all’acquisizione dei crediti formativi. L’iscrizione si può effettuare sulla piattaforma Si.Ge.F. Il festival ha potuto contare sui patrocini del consiglio regionale della Regione Friuli Venezia Giulia, dell’Ordine Nazionale e Regionale dei Giornalisti, dell’Assostampa, della Federazione nazionale della Stampa Italiana, di Trieste Airport, de Il Piccolo, del Messaggero veneto, de Il Friuli, di Apt, del Consorzio culturale del Monfalconese, del comune di Ronchi dei Legionari e del comune di Fogliano Redipuglia, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia. Ha potuto contare inoltre sui contributi della Bcc di Staranzano e Villesse, Bcc di Turriaco, della Despar e dell’azienda Calligaris e di Domini Legnami. Grazie a tutti gli sponsor che credono al valore della cultura e grazie al supporto tecnico della Pro Loco di Fogliano Redipuglia e della Pro Loco di Ronchi