Assemblea dei soci il 18 Settembre,

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI.

RONCHI DEI LEGIONARI – E’ convocata l’assemblea generale dei soci dell’associazione culturale “Leali delle Notizie” che avrà luogo il giorno 17 Settembre, alle ore 23 ed eventualmente, in seconda convocazione, mercoledì 18 Settembre 2019, alle ore 18.30, nella sede sociale di piazzetta Francesco Giuseppe I numero 1, a Ronchi dei Legionari, per l’esame del seguente ordine del giorno:

1. Elezione del presidente e del segretario dell’assemblea.
2. Elezione del consiglio direttivo che rimarrà in carica per gli anni 2019, 2020, 2021.
3. Varie ed eventuali.
 
I soci in regola con il pagamento della quota associativa 2019 possono avanzare la propria candidatura al consiglio direttivo, via mail, a: lealidellenotizieronchi@gmail.com entro e non oltre sabato 14 Settembre 2019.

L’assemblea sarà validamente costituita secondo le norme statutarie.

Vista l’importanza dell’appuntamento, si chiede a tutti i soci di non mancare.

Graffi, omaggio al graffito su intonaco. Enzo Valentinuz e i suoi graffiti da venerdì 6 settembre, nella sede dell’associazione Leali delle Notizie di Ronchi dei Legionari

Con circa una quindicina di opere inedite, verrà inaugurata venerdì 6 settembre alle ore 18:30 nella sala espositiva dell’associazione Leali delle Notizie di piazzetta Francesco Giuseppe I a Ronchi dei Legionari la mostra di Enzo Valentinuz, artista regionale ma di fama nazionale ed internazionale.

La mostra a Ronchi dei Legionari resterà aperta fino a sabato 28 settembre e osserverà i seguenti orari: mercoledì e sabato dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 17:00 alle 19:00.

Durante il periodo di apertura, si potrà partecipare ad una visita guidata con l’artista, che si terrà sabato 14 settembre con orario 17:00-19:00.

Inoltre, la mostra rientra nel ciclo “Arte e Territorio” promossa dall’associazione, con la collaborazione di Tabaccheria Finatti e la Banca di Credito Cooperativo di Turriaco.

Le opere di Enzo Valentinuz, che saranno esposte, coniugano la materia con la precisione e la limpidezza nel segno del graffito, tecnica le cui origini decorative risalgono a epoche antichissime. La sua mano sapiente lavora strati diversamente colorati di malta ancora fresca “spalmati” su appositi telai. La forma, il racconto è inciso per sottrazione di materia dal supporto, rivelando così gli strati sottostanti di intonaco di diversi pigmenti. Geometrie essenziali, figure oniriche, forme antropomorfe di un figurativo fantastico si uniscono nella natura di animali e piante. L’equilibrio della ricca composizione si esprime in opere di ampio respiro la cui introspezione è intima e raccolta.

Enzo Valentinuz nasce a Romans d’Isonzo nel 1946 e il suo percorso artistico si divide in due grandi esperienze, lontane fra loro di oltre 30 anni. La prima, nella seconda metà degli anni Sessanta, dopo il diploma in Maestro d’Arte in decorazione pittorica all’Istituto d’Arte “Max Fabiani” di Gorizia, allievo di Cesare Mocchiutti, frequenta l’Accademia di Belle Arti di Venezia – Sezione Decorazione Pittorica – allievo di Bruno Saetti e Carmelo Zotti. Partecipa, fin da subito, ad alcuni concorsi nazionali in diverse città: Modena, Trieste, Milano e anche Roma. Nel 1968 la sua prima personale. Un’attività intensa di mostre di pittura e scultura, che s’interromperanno per vicende personali nel 1973.

La seconda nascita artistica è nel 2004, quando il comune di Romans d’Isonzo, cittadina dove vive e lavora, gli chiede di aprire uno studio di pittura murale, mettendo a disposizione gli spazi. Un luogo aperto al pubblico e ai giovani, dove spiegare e mostrare la nascita di opere d’arte realizzate con tecniche fra la più antiche conosciute dall’uomo. Da quel momento la sua attività non si è più fermata e decine sono le personali e collettive alle quali ha partecipato in Friuli Venezia Giulia, Veneto, ma anche nelle vicine Austria e Slovenia. Ospite di gallerie pubbliche e private, Biblioteche, Università e grandi tenute, che nel tessuto isontino offrono luoghi di grande impatto storico e di forte legame con il territorio.

Lettera aperta ai massimi rappresentanti del giornalismo italiano e regionale per un’iniziativa nazionale sulla libertà di stampa a Ronchi dei Legionari.

Gentilissimi,

mi presento: sono Diego Moretti, consigliere regionale del Friuli Venezia Giulia eletto nella circoscrizione di Gorizia.

Con la presente mi permetto di segnalarvi le iniziative che l’Associazione LEALI DELLE NOTIZIE di Ronchi dei Legionari – organizzatrice e promotrice da cinque edizioni del Festival del Giornalismo, manifestazione unica nel suo genere nella nostra Regione – sta organizzando, su impulso di Sandro Ruotolo – vincitore dell’edizione 2019 del Premio intitolato alla vostra collega maltese Daphne Caruana Galizia – per il prossimo 26 ottobre proprio nel nostro territorio.

In tale data la suddetta Associazione ha previsto nella cittadina isontina una serie di iniziative (in corso di definizione nei dettagli) dedicate alla libertà di stampa e di espressione, contro ogni forma di distorcimento della verità e contro le fake news, che si svilupperanno durante tutta la giornata e che culmineranno, in un Consiglio comunale straordinario, nel conferimento della cittadinanza onoraria al giornalista maltese Matthew Caruana Galizia, vincitore del Premio Pulitzer 2017 e figlio di Daphne Caruana Galizia, uccisa in un attentato proprio per le sue inchieste giornalistiche.

Il contesto politico e sociale che stiamo vivendo nel nostro Paese deve preoccuparci tutti: le minacce (più o meno velate), le intimidazioni, i ricatti psicologici che in maniera sempre più frequente subiscono giornalisti, reporter, freelance, l’odio sociale e personale (amplificato dai social media) che proviene da importanti esponenti politico-istituzionali non solo è preoccupante, ma fa riflettere sull’imbarbarimento del clima nella società che ci circonda in maniera sempre più pressante.

Ecco perché sono a chiederVi che le iniziative del 26 ottobre a favore della libertà di stampa e del rispetto dell’articolo 21 della Costituzione organizzate sul nostro territorio dall’Associazione Leali delle notizie siano iniziative di rilievo regionale e nazionale, che abbiano il vostro patrocinio, sostegno e partecipazione.

Sarebbe un bellissimo segnale per il nostro piccolo ma laborioso territorio, fino a fine anni ottanta al confine della cortina di ferro, oggi al centro dell’Europa, da sempre aperto a tutte le culture, che ospita i cantieri navali dai quali escono le navi da crociera più belle del mondo, che vive da anni in maniera diretta il dramma delle morti da amianto che interessa migliaia di famiglie, che ha un tessuto associativo e di volontariato tra i più vivaci del nostro Paese.

Grazie per l’attenzione.

Diego Moretti