Grazie!

E anche l’edizione del Festival del Giornalismo 2017 è finita. Ci sarebbero tante cose da poter dire, ma la prima parola che ci viene spontanea è GRAZIE. Innanzitutto a tutti gli ospiti che sono venuti al nostro festival e che con generosità e disponibilità ci hanno offerto il loro intervento e la loro esperienza e con cui abbiamo creato rapporti che vanno al di là del puro formalismo e che, pur in poco tempo, sono diventati rapporti di amicizia. Grazie a tutti coloro che ci hanno dato una mano per poter organizzare la terza edizione del festival che sta crescendo: quindi grazie a chi ci ha dato il patrocinio, a chi ha creduto in noi e ha contribuito concretamente, a chi ha voluto diffondere e comunicare i programmi dei nostri appuntamenti. Grazie anche a chi ha fatto fatica, assieme a noi, per allestire palco, rinfreschi, cene, pubblicazioni, location. Grazie a Giovanni Montenero e a Massimo Cettin perchè le mostre allestite nello spazio Lauri dell’aeroporto e nella nostra sede in piazzetta Francesco Giuseppe sono semplicemente emozionanti. Ma sopratutto grazie a tutti coloro che ogni pomeriggio e ogni sera, con grande partecipazione, hanno voluto essere presenti per ascoltare i nostri ospiti. Siete voi, in fondo, il vero valore di questo Festival perchè se non ci fosse un pubblico gli incontri non avrebbero senso. La vostra presenza, numerosa e attenta, è stato per noi il miglior riconoscimento che potevamo desiderare. Speriamo di aver creato un Festival interessante e piacevole. GRAZIE, GRAZIE DAVVERO A TUTTI…in attesa della quarta edizione del Festival che si terrà dal 6 al 9 giugno 2018.

Festival 2017: un primo bilancio

Tempo per l’associazione culturale Leali delle Notizie di stilare un primo bilancio per il Festival del Giornalismo edizione 2017. Grande successo anche per l’ultima serata di sabato 17 con tre incontri di notevole spessore. Primo appuntamento alle 18.30 con ‘un mondo a pezzi: confini reali e confini mentali’ alla presenza di Christiana Ruggeri del Tg2 e di Adib Fateh Ali di Askanews, moderati dal direttore de Il Piccolo Enzo D’Antona. Assente per motivi di salute ma presente tramite il collegamento telefonico è stata Lucia Goracci, inviata della Rai in zone di crisi. Protagonista dell’aperitivo letterario, in prima nazionale, il libro di Christiana Ruggeri, ‘Dannati. Reportage dal carcere venezuelano più pericoloso del mondo’, presentato sia dall’autriche che dal giornalista Mauro Manzin. Ultimo appuntamento del Festival 2017 quello dedicato al terremoto che ha
colpito il centro Italia lo scorso anno. Protagonisti Emanuela Bonchino di Rainews24, Sabrina Vecchi di Rietilife, Giorgio Visintini della Protezione Civile e Giuseppe Rinaldi, presidente della provincia di Rieti. A moderare il dibattito il presidente dell’ordine regionale dei giornalisti, Cristiano Degano. Oltre 1500 gli interessati che si sono recati in piazzetta Francesco Giuseppe I per assistere agli appuntamenti proposti, mentre oltre 12mila sono state le visualizzazioni dei video online, trasmessi in diretta sulla pagina Facebook della stessa associazione. Novità corposa quella della diretta streaming per l’edizione 2017, che ha raggiunto tutti gli interessati anche direttamente a casa,
guadagnando, nonostante la ‘prima volta’, un sucesso decisamente ottimo. Ed ora appuntamento al prossimo anno. Il Festival del Giornalismo edizione 2018 tornerà, sempre a Ronchi dei Legionari, dal 6 al 9 Giugno.

Giornata conclusiva, domani 17 giugno, del Festival del Giornalismo, organizzato dall’associazione culturale Leali delle Notizie. Si parlerà di nuovi equilibri politici internazionali, ma anche di terremoto e delle sue conseguenze.

Giuseppe Rinaldi
Ultima giornata, domani, sabato 17 maggio, della terza edizione del “Festival del Giornalismo”, organizzata dall’associazione culturale Leali delle Notizie a Ronchi dei Legionari, manifestazione che ha come “palcoscenico” ideale l’elegante piazzetta Francesco Giuseppe I, spazio pubblico, suggestivo e raccolto, racchiuso tra l’auditorium comunale e Villa Vicentini Miniussi sede del Consorzio Culturale Monfalconese, alle spalle dell’auditorium comunale. Gli incontri di chiusura tratteranno temi di stringente attualità come i nuovo equilibri politici internazionali e il terremoto. L’incontro delle 18.30 sarà dedicato a“Un mondo a pezzi. Confini reali e mentali”: un analisi dei nuovi equilibri e scenari politici internazionali con la partecipazione di Christiana Ruggeri giornalista del Tg2 e Adib Fateh Ali giornalista dell’Agenzia di stampa Askanews. Saranno moderati dal direttore de Il Piccolo, Enzo D’Antona. Non sarà presente di persona Lucia Goracci (RaiNews 24), bloccata da un piccolo
Christiana Ruggeri
infortunio, ma sarà in collegamento telefonico. Terzo Aperitivo Letterario, alle 20, con Christiana Ruggeri che, quasi in anteprima, presenterà la sua ultima fatica letteraria “I dannati. Reportage dal carcere venezuelano più pericoloso del mondo”. Dialogherà con Mauro Manzin giornalista de Il Piccolo. Appuntamento di chiusura della terza edizione del Festival alle 21 , con un argomento che purtroppo resta sempre di attualità: “Quando la Terra trema: lesioni fisiche e psicologiche di un dramma collettivo”. Protagonisti saranno Emanuela Bonchino giornalista di RaiNews24, Sabrina Vecchi giornalista di Rietilife.it, Giorgio Visintini responsabile per la Protezione Civile Fvg dei rapporti con il volontariato, Paolo Panontin assessore alla Protezione Civile della regione Fvg e Giuseppe Rinaldi Presidente della Provincia di Rieti. Moderatore della serata sarà il presidente dell’Ordine dei Giornalisti Fvg, Cristiano Degano. Da ricordare che gli appuntamenti del festival sono stati inseriti nel programma di formazione dell’Ordine dei Giornalisti-Consiglio Nazionale che contribuiscono all’acquisizione dei crediti formativi. L’iscrizione si può effettuare sulla piattaforma Si.Ge.F. Il festival ha potuto contare sui patrocini del consiglio regionale della Regione Friuli Venezia Giulia, dell’Ordine Nazionale e Regionale dei Giornalisti, dell’Assostampa, della Federazione nazionale della Stampa Italiana, di Trieste Airport, de Il Piccolo, del Messaggero veneto, de Il Friuli, di Apt, del Consorzio culturale del Monfalconese, del comune di Ronchi dei Legionari e del comune di Fogliano Redipuglia, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia. Ha potuto contare inoltre sui contributi della Bcc di Staranzano e Villesse, Bcc di Turriaco, della Despar e dell’azienda Calligaris e di Domini Legnami. Grazie a tutti gli sponsor che credono al valore della cultura e grazie al supporto tecnico della Pro Loco di Fogliano Redipuglia e della Pro Loco di Ronchi.

Arriva al festival del Giornalismo di Ronchi dei Legionari, Francesca Scopelliti, giornalista e moglie di Enzo Tortora. Presenterà il libro “Lettere a Francesca” raccolta delle lettere che Tortora dal carcere inviò alla moglie. Scopelliti dialogherà con il giornalista di Radio Radicale, Alessio Falconio.

Si parlerà di “ingiusta giustizia” venerdì 16 giugno, nella terza giornata del Festival del Giornalismo di Ronchi dei Legionari, organizzato dall’associazione culturale Leali delle Notizie e giunto alla terza edizione. L’elegante piazzetta Francesco Giuseppe I, dove si svolge il festival, ospiterà infatti Francesca Scopelliti, giornalista e moglie di Enzo che presenterà il lbro “Lettere a Francesca” volume nato dalla raccolta delle lettere che Tortora inviava alla moglie dal carcere. Scopelliti dialogherà con Alessio Falconio, giornalista di Radio Radicale. Entrambi poi parteciperanno all’incontro delle 21, che parlerà di giustizia, ma anche di ingiustizia e sbagli giudiziari: “Giustizia dietro alle sbarre” è il titolo del panel di discussione, alla presenza anche di Pino Roveredo scrittore e Garante dei Detenuti Fvg. Modererà la giornalista del Messaggero Veneto, Luana De Francisco. La giornata si aprirà, però alle 18.30, con l’incontro dedicato a “Modelli umani e modelli animali” e la presenza di Piero Paolo Battaglini professore universitario, Roberto Marchesini etologo, filosofo, saggista e Rinaldo Sidoli responsabile nazionale Verdi del settore Tutela e salute degli animali. Moderatore dell’appuntamento Omar Costantin giornalista di Canal Furlan. Per il secondo Aperitivo Letterario alle 20, sarà ospite, come detto Francesca Scopelliti. Nell’ultimo giorno del Festival, sabato 17 giugno, gli incontri saranno dedicati invece ai nuovi equilibri e scenari politici internazionali con la partecipazione di Christiana Ruggeri giornalista del Tg2, Lucia Goracci giornalista di RaiNews24, Adib Fateh Ali giornalista dell’Agenzia di stampa Askanews. Saranno moderati dal direttore de Il Piccolo, Enzo D’Antona. Il terzo Aperitivo Letterario, alle 20, con Christiana Ruggeri che, quasi in anteprima, presenterà la sua ultima fatica letteraria “I dannati. Reportage dal carcere venezuelano più pericoloso del mondo”. Dialogherà con Mauro Manzin giornalista de Il Piccolo. Appuntamento di chiusura della terza edizione del Festival alle 21 , con un tema di stretta attualità: “Quando la Terra trema: lesioni fisiche e psicologiche di un dramma collettivo”. Protagonisti saranno Emanuela Bonchino giornalista di RaiNews24, Sabrina Vecchi giornalista di Rietilife.it, Francesca Gernini telecineoperatrice Rai, Giorgio Visintini responsabile per la Protezione Civile Fvg dei rapporti con il volontariato, Paolo Panontin assessore alla Protezione Civile della regione Fvg e Giuseppe Rinaldi Presidente della Provincia di Rieti. Moderatore della serata sarà il presidente dell’Ordine dei Giornalisti Fvg, Cristiano Degano. Da ricordare che gli appuntamenti del festival sono stati inseriti nel programma di formazione dell’Ordine dei Giornalisti-Consiglio Nazionale che contribuiscono all’acquisizione dei crediti formativi. L’iscrizione si può effettuare sulla piattaforma Si.Ge.F. Il festival ha potuto contare sui patrocini del consiglio regionale della Regione Friuli Venezia Giulia, dell’Ordine Nazionale e Regionale dei Giornalisti, dell’Assostampa, della Federazione nazionale della Stampa Italiana, di Trieste Airport, de Il Piccolo, del Messaggero veneto, de Il Friuli, di Apt, del Consorzio culturale del Monfalconese, del comune di Ronchi dei Legionari e del comune di Fogliano Redipuglia, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia. Ha potuto contare inoltre sui contributi della Bcc di Staranzano e Villesse, Bcc di Turriaco, della Despar e dell’azienda Calligaris e di Domini Legnami. Grazie a tutti gli sponsor che credono al valore della cultura e grazie al supporto tecnico della Pro Loco di Fogliano Redipuglia e della Pro Loco di Ronchi 

Festival del Giornalismo – Il programma di venerdì 16 giugno

rover

145x203-FALCONIO Cercando di essere più forti dello sciopero dei trasporti che ha cercato di mettere i bastoni tra le ruote (è il caso di dirlo visto che si parla di mezzi di trasporto….anche se aerei) si parlerà di “ingiusta giustizia” venerdì 16 giugno, nella terza giornata del Festival del Giornalismo di Ronchi dei Legionari, organizzato dall’associazione culturale Leali delle Notizie e giunto alla terza edizione. L’elegante piazzetta Francesco Giuseppe I, dove si svolge il festival, ospiterà infatti Francesca Scopelliti, giornalista e moglie di Enzo che presenterà il lbro “Lettere a Francesca” volume nato dalla raccolta delle lettere che Tortora inviava alla moglie dal carcere. Scopelliti dialogherà con Alessio Falconio, giornalista di Radio Radicale. Entrambi poi parteciperanno all’incontro delle 21, che parlerà di giustizia, ma anche di ingiustizia e sbagli giudiziari: “Giustizia dietro alle sbarre” è il titolo del panel di discussione, alla presenza anche di Pino Roveredo scrittore e Garante dei Detenuti Fvg. Modererà la giornalista del Messaggero Veneto, Luana De Francisco. La giornata si aprirà, però alle 18.30, con l’incontro dedicato a “Modelli umani e modelli animali” e la presenza di Piero Paolo Battaglini professore universitario, Roberto Marchesini etologo, filosofo, saggista e Rinaldo Sidoli responsabile nazionale Verdi del settore Tutela e salute degli animali. Moderatore dell’appuntamento Omar Costantin giornalista di Canal Furlan.  Per il secondo Aperitivo Letterario alle 20, sarà ospite, come detto  Francesca Scopelliti. Nell’ultimo giorno del Festival, sabato 17 giugno, gli incontri saranno dedicati invece ai nuovi equilibri e scenari politici internazionali con la partecipazione di Christiana Ruggeri giornalista del Tg2, Adib Fateh Ali giornalista dell’Agenzia di stampa Askanews. Saranno moderati dal direttore de Il Piccolo, Enzo D’Antona. Salterà la presenza di Lucia Goracci, bloccata a casa per un problema personale….ma cercheremo di avere la presenza via Skype. Il terzo Aperitivo Letterario, alle 20, con Christiana Ruggeri che, quasi in anteprima, presenterà la sua ultima fatica letteraria “I dannati. Reportage dal carcere venezuelano più pericoloso del mondo”. Dialogherà con Mauro Manzin giornalista de Il Piccolo.  Appuntamento di chiusura della terza edizione del Festival alle 21 , con un tema di stretta attualità: “Quando la Terra trema: lesioni fisiche e psicologiche di un dramma collettivo”. Protagonisti saranno Emanuela Bonchino giornalista di RaiNews24, Sabrina Vecchi giornalista di Rietilife.it, Francesca Gernini telecineoperatrice Rai, Giorgio Visintini responsabile per la Protezione Civile Fvg dei rapporti con il volontariato, Paolo Panontin assessore alla Protezione Civile della regione Fvg e Giuseppe Rinaldi Presidente della Provincia di Rieti. Moderatore della serata sarà il presidente dell’Ordine dei Giornalisti Fvg, Cristiano Degano.

Il programma di giovedì 15 Giugno

Sarà Federica Angeli, giornalista di Repubblica che dal luglio 2013 vive sotto scorta perché minacciata dalla mafia non solo per gli esiti dell’inchiesta sul racket degli stabilimenti balneari, ma anche perchè ha testimoniato senza reticenze su uno scontro a fuoco di cui è stata testimone,uno dei protagonisti della seconda giornata della terza edizione del Festival del Giornalismo di Ronchi dei Legionari. Domani, giovedì 15 giugno seconda giornata di confronti e dibattiti, con ospiti di calibro nazionale appunto come Federica Angeli, ma anche con la presentazione di due opere editoriali. Gli appuntamenti si svolgeranno come da programma nella piazzetta Francesco Giuseppe I (alle spalle dell’auditorium comunale e di Villa Vicentini). Si inizierà alle 17.30 con la presentazione del libro “Gli oracoli della moneta” di Alberto Orioli vicedirettore de Il Sole 24 Ore, che dialogherà con il giornalista de Il Friuli, Hubert Londero. Alle 18.30 incontro “A scuola di giornalismo, mestiere senza età” per parlare del sempre attuale e affascinante mestiere di giornalista, che vedrà protagonisti Giuseppe Scognamiglio e Giuliana Taranto di Radio Siani, Timothy Dissegna redattore della rivista “Sconfinare”, Gabriella Scrufari coordinatore dell’inserto “scuola del Messaggero Veneto e referente del progetto “In redazione con noi” e Silvia De Michielis giornalista de Il Friuli. Moderatore: Stefano Bizzi giornalista de Il Piccolo. Alle 20 primo Aperitivo Letterario con Marco Taboga, che presenterà il libro realizzato dopo una lunga esperienza di viaggio in Nepal e sarà presentato da Timothy Dissegna. Alle 21 l’incontro tutto al femminile “La forza di una scelta”, con protagoniste Federica Angeli giornalista di Repubblica, Chiara Giannini giornalista de Il Giornale e Marina Cosi dell’associazione Giulia Giornaliste. Saranno moderate dalla giornalista Margherita Reguitti con cui parleranno della difficoltà di essere donne in un mondo di uomini, ma anche della forza con cui le donne affrontano scelte difficili, sia nella vita, sia nel lavoro. Venerdì 16 giugno, terza giornata del Festival vedrà l’arrivo a Ronchi di Francesca Scopelliti, giornalista e moglie di Enzo Tortora che assieme al giornalista di radio Radicale Alessio Falconio presenterà il libro “Lettere a Francesca”, una raccolta delle lettere che Tortora le scrisse dal carcere. Ma ci saranno anche due incontri dedicati al rapporto uomini e animali e alla situazioni delle carceri in Italia.

Durante il festival (e poi fino alle fine di luglio) sarà possibile visitare la mostra del fotografo triestino Giovanni Montenero, dedicata a “La violenza dell’informazione”. Da ricordare che gli appuntamenti del festival sono stati inseriti nel programma di formazione dell’Ordine dei Giornalisti-Consiglio Nazionale che contribuiscono all’acquisizione dei crediti formativi. L’iscrizione si può effettuare sulla piattaforma Si.Ge.F.

Il festival ha potuto contare sui patrocini del consiglio regionale della Regione Friuli Venezia Giulia, dell’Ordine Nazionale e Regionale dei Giornalisti, dell’Assostampa, della Federazione nazionale della Stampa Italiana, di Trieste Airport, de Il Piccolo, del Messaggero veneto, de Il Friuli, di Apt, del Consorzio culturale del Monfalconese, del comune di Ronchi dei Legionari e del comune di Fogliano Redipuglia, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia. Ha potuto contare inoltre sui contributi della Bcc di Staranzano e Villesse, Bcc di Turriaco, della Despar e dell’azienda Calligaris e di Domini Legnami. Grazie a tutti gli sponsor che credono al valore della cultura e grazie al supporto tecnico della Pro Loco di Fogliano Redipuglia e della Pro Loco di Ronchi.

Festival del Giornalismo: pronti a muovere!!!

Dopo l’anteprima con l’inaugurazione della mostra del fotografo triestino Giovanni Montenero nella sala espositiva Furio Lauri -Trieste Airport, che sarà presentata oggi alle 18.30 dal giornalista Bruno Lubis alla presenza di Nataša Strlič, curatrice del Museo di storia contemporanea della Slovenia (MNZS-Muzej novejše zgodovine Slovenije) di Lubiana e di Davorin Devetak cultore e critico di fotografia per la stampa slovena locale, prenderà avvio domani, mercoledì 14 giugno, la terza edizione del Festival del Giornalismo, organizzato dall’associazione culturale Leali delle Notizie di Ronchi dei Legionari. Nella suggestiva piazzetta Francesco Giuseppe I (alla spalle dell’Auditorium comunale e della storica Villa Vicentini Miniussi), alle 19.30 ci sarà l’inaugurazione ufficiale del Festival edizione 2017 e alle 20 sarà ancora protagonista il fotografo Giovanni Montenero che taglierà il nastro della mostra “La violenza dell’informazione” con la presenza dei giornalisti Barbara Gruden (Tg3), Alessandra Zigaina (Tg3) Toni Capuozzo (Tg4), Alessandro Marco Magno (scrittore e giornalista) , Sergio Canciani (scrittore e giornalista). Obiettivo di Montenero puntare l’attenzione sul suo lavoro e i suoi cambiamenti. Mostrandoci le sue foto della guerra nella ex Jugoslavia si chiede e ci chiede se la violenza, sia, a volte solo uno spettacolo per i media……

Alle 21 seguirà il primo incontro di discussione del Festival, “Per la seconda generazione. Confini”. Saranno protagonisti Francesco Della Puppa, dottore di ricerca in Scienze Sociali, Valentino Aenoae sacerdote di origine rumena, moderati e introdotti da Laura Blasich, giornalista de Il Piccolo. L’incontro nasce da un progetto di studio sul fenomeno di immigrazione delle popolazioni del Bangladesh a Monfalcone, promosso e organizzato dall’Associazione culturale ETRA di Monfalcone e realizzato dalla giornalista Laura Blasich, e dalla fotografa Katia Bonaventura, coadiuvate da Roberto Franco e Beatrice Branca.

Giovedì 15 giugno, invece, si inizierà alle 17.30 con la presentazione del libro “Gli oracoli della moneta” di Alberto Orioli vicedirettore de Il Sole 24 Ore, che dialogherà con il giornalista de Il Friuli, Hubert Londero. Alle 18.30 incontro “A scuola di giornalismo, mestiere senza età” per parlare del sempre attuale e affascinante mestiere di giornalista, che vedrà protagonisti Giuseppe Scognamiglio e Giuliana Taranto di Radio Siani, Timothy Dissegna redattore della rivista “Sconfinare”, Gabriella Scrufari coordinatore dell’inserto “scuola del Messaggero Veneto e referente del progetto “In redazione con noi” e Silvia De Michielis giornalista de Il Friuli. Moderatore: Stefano Bizzi giornalista de Il Piccolo. Alle 20 primo Aperitivo Letterario con Marco Taboga, che presenterà il libro realizzato dopo una lunga esperienza di viaggio in Nepal e sarà presentato da Timothy Dissegna. Alle 21 l’incontro tutto al femminile “La forza di una scelta”, con protagoniste Federica Angeli giornalista di Repubblica, Chiara Giannini giornalisti de Il Giornale e Marina Cosi dell’associazione Giulia Giornaliste. Saranno moderate dalla giornalista Margherita Reguitti.