La poesia salverà il mondo…ma di sicuro già oggi lo rende più bello

E’ stata una bellissima serata quello di ieri, grazie alla poesia del giovane ma saggio Alessandro Lutman e grazie alla cultura del professor Vincenzo Orioles dell’Università di Udine. Una serata che è stata una sorta di lezione di linguistica, un’excursus storico sulla poesia e un evento musical-poetico. Il professor Orioles, con abilità, ci ha condotto attraverso la storia della poesia e della lingua, partendo dalla Firenze dei Medici per arrivare a Carducci, Pasolini e Biagio Marin, ma anche Fabrizio De Andrè (e ci ha promesso per il futuro una lezione di linguistica sui testi di Jovanotti…il che non è poco!!!!) mentre il giovane, ma, come detto, saggio poeta Alessandro ci ha fatto capire che non è l’età che fa il buon poeta, ma è la capacità e sopratutto la sensibilità. Capacità e sensibilità di cui Alessandro è ricco, ma che con inusuale ritrosia, cerca di mascherare. E che invece escono con forza quando si leggono le due poesie. Sopratutto, poi, se queste liriche vengono accompagnate dalla melodia e dalla magia dell’arpa, suonata dall’incantevole (e anche lei giovanissima) Anna Pilleroni. Insomma una serata diversa, particolare, piacevolissima. Scusate la banalità…una serata poetica! Grazie a loro, ma grazie anche al pubblico che ci segue con affetto. Senza pubblico anche le serate più belle sarebbero meno belle.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...