“Sfrolla” di Fabio Favretto ha chiuso la rassegna Punti di Contatto

Nonostante il titolo faccia effettivamente una certa impressione, “Sfrolla” l’ultimo libro di Fabio Favretto (Headitor scarl, Udine) non è un romanzo che denigra le donne, ma anzi esalta la loro capacità di rinascita e di forza nei confronti della vita. Al contrario invece, rappresenta un uomo che si rivela in tutta la sua pochezza. Un libro da leggere e che, se riesce a far parlare dei suoi personaggi come fossero persone vere  (e in parte lo sono visto che la storia è storia vissuta) vuol dire che entra “dentro” il lettore. L’ultima serata della breve rassegna “Punti di Contatto”, organizzata dall’associazione culturale Leali delle Notizie, grazie alla preziosa collaborazione della Biblioteca e dell’assessorato alla cultura del comune di Ronchi dei Legionari che hanno inserito gli incontri nel programma di “Autunno da sfogliare…e da ascoltare”, è stata la prima presentazione ufficiale dell’ultimo romanzo di Favretto, giornalista pubblicista, critico d’arte e letterario, insegnante. Un libro che appunto parlava di una donna, del suo rapporto con un uomo, ma sopratutto del rapporto con se stessa e con il fatto, a distanza di anni dalla sua giovinezza, di trovarsi diversa da com’era.Sono state l’editor Donatella Arnaldi e la critica Marina Dorsi a guidarci tra le pagine del libro e tra i pensieri che hanno spinto lo scrittore a dare alla stampe i suoi pensieri, mentre Roberto Travan socio fondatore di Star Bene e Personal Coach, ci ha ricordato il valore delle donne, della loro costanza e forza e di come però debbano, qualche volta, ricordarsi di aver cura di loro stesse. Una bella serata quella di ieri, conclusa alla grande con brindisi superbo e squisiti stuzzichini (grazie a Dario e Italo).Grazie ancora alla biblioteca e al comune di Ronchi. Ora come associazioni ci aspetta l’organizzazione della mostra retrospettiva del pittore ronchese Valdino Tomasin che inagureremo il prossimo 16  dicembre. Vi aspettiamo!!

Annunci

“Sfrolla”: terzo appuntamento della rassegna Punti di Contatto

Si terrà martedì 22 novembre alle 18.30, all’auditorium comunale di Ronchi dei Legionari, in piazzetta dell’Emigrante il terzo e ultimo appuntamento della rassegna culturale “Punti di contatto”, organizzata dall’associazione culturale Leali delle Notizie, grazie alla preziosa collaborazione della Biblioteca e dell’assessorato alla cultura del comune di Ronchi dei Legionari che hanno inserito gli incontri nel programma di “Autunno da sfogliare…e da ascoltare”. Dopo l’incontro dedicato al rapporto stampa e potere, con il giovane storico ronchese David Cusimano e il giornalista Clemente Borando e la serata dedicata alla poesia, con le liriche di Alessandro Lutman, la rassegna si concluderà con la prima presentazione ufficiale di “Sfrolla” (Headitor scarl, Udine) il nuovo romanzo di Fabio Favretto, un’esplorazione del mondo femminile, vissuto raccogliendo esperienze esistenziali, spesso drammatiche, che sono state raccontate all’autore e che si sono, poi, fuse nella storia di Aurora, la protagonista del libro, una donna ormai in decadenza. Molto bella e piena di gioia di vivere in gioventù, avrà presto la vita devastata da una sottile violenza domestica da parte dell’uomo con il quale concepirà un figlio, ma che non la sposerà. Per lei si spalancheranno le porte della  depressione e così arriverà “sfrolla” nel corpo e nell’anima a ritrovare, in una serata sul computer, per caso, Claudio, uno studente invaghitosi di lei all’epoca.  E anche Claudio è solo  e non ha mai mancato di portarsi dentro il ricordo della sua Aurora. Cosa succederà con il rivedersi? Il romanzo ruota attorno a questa curiosità e sarà un percorso amaro e poetico, cinico e velenoso. Ma sarà questa,poi, la vera storia di Aurora? Il libro di Favretto contiene non poche sorprese. Ancora una volta, l’autore utilizza il suo particolare stile narrativo, fatto di un periodare riflessivo, nel quale descrizioni emozionali, sentimenti e luoghi si mescolano con i fatti, in un rincorrersi di pensieri e dialoghi nel tempo di una lettura ponderata.  Il libro sarà presentato da Marina Dorsi e la serata sarà l’occasione per dialogare sulle problematiche femminili assieme a degli esperti, tra cui Roberto Travan socio fondatore di Star Bene e Personal Coach, anche in considerazione del fatto che la presentazione cade in prossimità del 25 novembre, giornata contro la violenza sulle donne.

Il romanzo “Sfrolla” avrà solo alcune presentazioni nel Friuli Venezia Giulia e nel Veneto, regione presa in considerazione dal momento che la postfazione è stata curata dallo psichiatra Franco Garonna, primario di una clinica del Trevigiano. Il lavoro di Fabio Favretto sarà poi indirizzato alla diffusione sul web in accordo con l’editore, la Headitor scarl di Udine e il suo Ad, Donatella Arnaldi.

Fabio Favretto è giornalista pubblicista, critico d’arte e letterario. Laureato all’Università degli Studi di Trieste in Filosofia con una tesi su Freud, ha svolto diverse attività nell’ambito della comunicazione e delle relazioni pubbliche ed è stato anche insegnante di Lettere. Vive a Monfalcone.

La poesia salverà il mondo…ma di sicuro già oggi lo rende più bello

E’ stata una bellissima serata quello di ieri, grazie alla poesia del giovane ma saggio Alessandro Lutman e grazie alla cultura del professor Vincenzo Orioles dell’Università di Udine. Una serata che è stata una sorta di lezione di linguistica, un’excursus storico sulla poesia e un evento musical-poetico. Il professor Orioles, con abilità, ci ha condotto attraverso la storia della poesia e della lingua, partendo dalla Firenze dei Medici per arrivare a Carducci, Pasolini e Biagio Marin, ma anche Fabrizio De Andrè (e ci ha promesso per il futuro una lezione di linguistica sui testi di Jovanotti…il che non è poco!!!!) mentre il giovane, ma, come detto, saggio poeta Alessandro ci ha fatto capire che non è l’età che fa il buon poeta, ma è la capacità e sopratutto la sensibilità. Capacità e sensibilità di cui Alessandro è ricco, ma che con inusuale ritrosia, cerca di mascherare. E che invece escono con forza quando si leggono le due poesie. Sopratutto, poi, se queste liriche vengono accompagnate dalla melodia e dalla magia dell’arpa, suonata dall’incantevole (e anche lei giovanissima) Anna Pilleroni. Insomma una serata diversa, particolare, piacevolissima. Scusate la banalità…una serata poetica! Grazie a loro, ma grazie anche al pubblico che ci segue con affetto. Senza pubblico anche le serate più belle sarebbero meno belle.

La poesia protagonista di “Punti di contatto”

Arriva il secondo appuntameno della rassegna culturale “Punti di contatto”, organizzata dall’associazione culturale Leali delle Notizie, grazie alla preziosa collaborazione della Biblioteca e dell’assessorato alla cultura del comune di Ronchi dei Legionari che hanno inserito gli incontri nel programma di “Autunno da sfogliare…e da ascoltare”. Dopo l’incontro dedicato al rapporto stampa e potere, che ha visto ospiti il giovane storico ronchese David Cusimano e il giornalista Clemente Borando, il secondo appuntamento, martedì 15 novembre sempre alle 18.30, sarà dedicato alla poesia, con le liriche di Alessandro Lutman, giovanissimo poeta locale che nella serata “La bellezza della poesia: tra forma e pensiero” presenterà la sua ultima raccolta di versi “Poesie d’autunno. Raccontandomi in versi“. La raccolta è già stata presentata all’Istituto italiano di cultura di Algeri, ma anche a Copenaghen, alI’istituto di Cultura di Lubiana, all’Istituto Italiano di Cultura di Pechino, alla Maison d’Italie a Parigi e recentemente agli istituti Italiani di Cultura di San Pietroburgo e Mosca. Le poesie di Lutman saranno presentate dal professor Vincenzo Orioles dell’Università degli studi di Udine e la lettura sarà accompagnata dalla musica dell’arpista Anna Pilleroni. Alessandro Lutman è nato a Trieste l’8 settembre 1995, ha frequentato il Liceo linguistico Scipio Slataper di Gorizia e attualmente studia Lettere presso l’Università degli Studi di Udine. Vive a Monfalcone insieme ai genitori e a due fratelli (www.alessandrolutman.com). Nel 2014 è le sue poesie sono state scelte dall’Associazione Culturale Coro Filarmonico Città di Udine e dall’Ateneo Friulano per venire musicate attraverso il primo concorso nazionale di composizione musicale “Reanto della Torre, Poesie in Musica”. Nel 2015 è stato pubblicato il suo primo libro “Poesie d’autunno. Raccontandomi in versi”, Forum Editrice Universitaria Udinese e nello stesso anno, grazie alla sua prima pubblicazione, viene riconosciuto come “Poeta più giovane del Friuli Venezia Giulia”.

Terzo e ultimo appuntamento martedì 22 novembre, alle 18.30. con la presentazione (prima uscita ufficiale) del romanzo di Fabio Favretto “Sfrolla”. Il libro sarà presentato da Marina Dorsi e la serata sarà l’occasione per dialogare assieme a degli esperti sulle problematiche femminili.

Stampa e potere nella prima serata di “Punti di contatto”

E’ cominciata martedì 8 novembre scorso, a Ronchi dei Legionari, la breve rassegna “Punti di Contatto” organizzata dall’associazione “Leali delle Notizie”, assieme all’amministrazione comunale ed alla biblioteca “Sandro Pertini”. Inserite nel più ampio programma “Autunno da sfogliare…e da ascoltare”, le tre serate, ospitate nella cornice dell’auditorium comunale di Ronchi dei Legionari, vedranno la partecipazione di autori e poeti locali per discutere su tematiche di varia natura. La prima serata, dunque, ha visto ospite David Cusimano, autore della tesi di laurea su “La stampa italiana di fronte al primo fascismo” assieme al giornalista Clemente Borando che hanno dialogato su “Stampa e Potere: tesi nel tempo”, dimostrando la connessione, a volte troppo unita, tra l’informazione ed il potere. A portare il suo saluto è stato l’assessore comunale alla cultura, Mauro Benvenuto. Esempi nella storia hanno avvallato la sua tesi come, ad esempio, la salita al governo di Benito Mussolini, appoggiata tramite il consenso dai suoi stessi articoli pubblicati nei giornali in cui lavorava. Il prossimo appuntamento sarà quello di martedì 15 novembre, alle 18.30, on “la bellezza della poesia: tra forma e pensiero” con la presenza del giovane poeta locale Alessandro Lutman, accompagnato all’arpa da Anna Pilleroni e dal professor Vincenzo Orioles dell’Università di Udine.

Ivan Bianchi

Al via martedì 8 Novembre “Punti di contatto”

Inizia martedì 8 novembre la breve rassegna autunnale “Punti di contatto”, organizzata dall’associazione culturale Leali delle Notizie e inserita nel programma di “Autunno da sfogliare…e da ascoltare”, grazie alla collaborazione Biblioteca e assessorato alla cultura del comune di Ronchi dei Legionari

Il primo appuntamento, alle 18.30, nell’auditorium comunale sarà dedicato al rapporto Stampa e potere grazie alla presentazione della tesi di laurea di David Cusimano. Si proseguirà il 15 novembre con il poeta Alessandro Lutman

Prosegue l’attività autunnale organizzata dall’associazione culturale Leali delle Notizie. Tre gli appuntamenti della breve rassegna culturale “Punti di contatto”, previsti in tre martedì di novembre, grazie alla preziosa collaborazione della Biblioteca e dell’assessorato alla cultura del comune di Ronchi dei Legionari che hanno inserito gli incontri nel programma di “Autunno da sfogliare…e da ascoltare”. Il primo incontro è previsto per martedì 8 novembre alle 18.30 nell’auditorium comunale, dove si parlerà di “Stampa e potere: tesi nel tempo”. Protagonisti della serata saranno il giovane storico ronchese David Cusimano che presentando la sua tesi di laurea su “La stampa italiana di fronte al primo Fascismo” dialogherà con il giornalista Clemente Borando  (già giornalista del Messaggero Veneto). David Cusimano, ventitreenne, vive a Ronchi dei Legionari. Laureato in Discipline Storiche e Filosofiche all’Università degli studi di Trieste, continua gli studi suonando nel tempo libero nella banda della Società Filarmonica “Giuseppe Verdi”, associazione di cui è presidente da quasi quattro anni. La serata sarà l’occasione per parlare di rapporti stampa e potere, ma anche  di avere una visione, dal punto di vista storico, dello sviluppo della stampa di regime. Nell’occasione Borando ricorderà anche parti della sua tesi di laurea dedicata a come il delitto Matteotti venne trattato dalla stampa dell’epoca.

Martedì 15 novembre sempre alle 18.30, ci sarà il secondo appuntamento di “Punti di Contatto” con la poesia di Alessandro Lutman, giovanissimo poeta locale che nella serata “La bellezza della poesia: tra forma e pensiero” presenterà la sua ultima raccolta di versi “Poesie d’autunno. Raccontandomi in versi“. La raccolta è già stata presentata all’Istituto italiano di cultura di Algeri, ma anche a Copenaghen, alI’istituto di Cultura di Lubiana, all’Istituto Italiano di Cultura di Pechino, alla Maison d’Italie a Parigi e recentemente agli istituti Italiani di Cultura di San Pietroburgo e Mosca. Le poesie di Lutman saranno presentate dal professor Vincenzo Orioles dell’Università degli studi di Udine e la lettura sarà accompagnata dalla musica dell’arpista Anna Pilleroni. Terzo e ultimo appuntamento martedì 22 novembre, alle 18.30. con la presentazione (prima uscita ufficiale) del romanzo di Fabio Favretto “Sfrolla”. Il libro sarà presentato da Marina Dorsi e la serata sarà l’occasione per dialogare assieme a degli esperti sulle problematiche femminili.

Nuovi appuntamenti in collaborazione con la biblioteca “Sandro Pertini”

Leali delle Notizie ha in programma “Punti di Contatto” una serie di tre appuntamenti culturali, che si svolgeranno sempre in auditorium alle 18.30, grazie al patrocinio del comune di Ronchi dei Legionari e alla sempre prezioso collaborazione della Biblioteca Comunale. Si inizierà martedì 8 novembre con “Stampa e potere: tesi nel tempo”: incontro con David Cusimano, autore della tesi di laurea su “La stampa italiana di fronte al primo fascismo” ed il giornalista Clemente Borando. Seguirà martedì 15 novembre, “La bellezza della poesia: tra forma e pensiero”, presentazione del libro “Poesie d’Autunno. Raccontandomi in versi” di Alessandro Lutman che sarà accompagnato all’arpa da Anna Pilleroni, alla presenza del professor Vincenzo Orioles dell’Università degli studi di Udine. Infine martedì 22 novembre, presentazione del libro “Sfrolla” di Fabio Favretto. Presenteranno Marina Dorsi e Roberto Travan.